la pompa idrosonica un dispositivo sconosciuto in Italia ma che in usa pare venga già utilizzato

Oggi voglio continuare il discorso sulla free energy e sulle overunity trattato l’altra volta, quindi ricapitolando una overunity è una macchina che permette di prelevare energia in uscita (di varie forme) in percentuale superiore di quella in ingresso.

Una di queste macchine è la pompa idrosonica, nel 1993 in usa è stato brevettato un dispositivo della hydro dynamics inc. che risponde al nome di hydrosonic pump.

questo dispositivo permette di riscaldare un liquido in particolare l’acqua in un modo più efficiente rispetto ai metodi tradizionali, con un rendimento a quanto pare del 100%, questo dispositivo consiste in un motore elettrico dove sul suo asse è stato calettato un rotore di metallo traforato che ruota in uno statore il quale al suo interno è stata effettuata una filettatura, i due sono moto vicini tra loro, il gruppo rotore/statore è sigillato tramite due piastre metalliche applicate alle estremità tramite dei tubi viene immessa acqua a temperatura ambiente e se ne ricava acqua calda o vapore.

La pompa idrosonica è stata progettata grazie anche alla collaborazione di tenici della nasa (che prende il nome di Technology Transfer Agreement) che hanno risolto un problema ai cuscinetti che permettono all’asse di ruotare.

Quali principi permettono alla pompa idrosonica di funzionare?

Da una parte il riscaldamento del liquido avviene mediante l’agitazione meccanica delle molecole dell’acqua per via del rotore immerso nel fluido, che ruota ad alta velocità, il calore in eccesso quindi l’energia termica che andrebbe a compensare le perdite sarebbe dovuto ad un fenomeno chiamato sonoluminescenza, ovvero un processo fisico per cui un onda sonora che colpisce una bolla in un fluido genera luce e calore, in questo caso l’onda sonora viene generata dalle sollecitazioni che riceve il fluido tra il rotore e lo statore (da qui la rigatura dello statore).

A quanto pare questa tecnologia c’è esiste e funziona, ma perché ha una commercializzazione così bassa, come mai non se ne è mai sentito parlare eppure la hydro dynamics inc. sembra averla già installata come dimostrato nel filmato, c’è da dire che forse i valori del rendimento non sono quelli citati, anche se a quanto pare le osservazioni diano proprio quei numeri come scritto nell’articolo che ho usato come fonte, che sia per una questione di manutenzione? ci sono molte parti mobili ed è possibile che abbia bisogno di frequenti messe a punto(che costano), fatto sta che questo dispositivo pare funzionare e se i valori del rendimento sono reali potrebbe essere una tecnologia che permetterebbe di risolvere molti problemi a cominciare dall’inquinamento dovuto alle caldaie per non parlare del risparmio in termini economici.

 

 

16 risposte a la pompa idrosonica un dispositivo sconosciuto in Italia ma che in usa pare venga già utilizzato

  1. luigi scrive:

    questa società produce generatori di calore con il principio della pompa idrosonica e le commercializza e funzionano benissimo ed anno anche un risparmio energetico. Ed è una macchina ecologica, sò perchè le commecializzano solo pe industria alberghi ristoranti, enti ospedalieri ecc. e per le piccole abitazioni non le commercializzano.

  2. nino84 scrive:

    ti ringrazio per il commento luigi, quindi è per questo che non ha molto mercato perché è indirizzato verso un target diciamo industriale…

  3. elenaccia scrive:

    Vorrei sfogarmi con un commento un p “avvelenato”… se tali apparecchi non hanno
    un mercato in Italia penso che la ragione principale sia che da noi l’energia elettrica
    uno dei beni pi cari e meno convenienti. Come utenti elettrici, rispetto alle altre
    nazioni, siamo trattati a pesci in faccia, peggio che nel terzo mondo: potenze installate
    ridicole, prezzi assurdi, condizioni contrattuali perfide, politiche perverse. Questo
    sicuramente dovuto soprattutto al fatto che abbiamo detto di no al nucleare e dobbiamo
    comprare dall’estero gran parte dell’energia che utilizziamo. Non c’ quindi da meravigliarsi
    che qui da noi si “bruci” ancora troppo per il riscaldamento, con relativo inquinamento.
    Vi faccio un semplice esempio. Intanto bisogna considerare che una pompa idrosonica, per
    quanto il rendimento dichiarato sia del 100% (anzi alcune fonti specificano che sia
    addirittura superiore per via di strani fenomeni forse di origine nucleare) non avr
    mai la resa di una pompa di calore, che pu raggiungere il 300-400% in condizioni ottimali,
    perch quest’ultima estrae il calore dall’ambiente circostante. Vi faccio notare che io
    (abito al mare, in liguria) per riscaldare un locale di circa 40 mq mi trovo almeno 700
    euro in bolletta enel al bimestre nei periodi invernali. Nessun incentivo perch non inquino ?
    No, col cavolo, siamo in italia. Se installassi una pompa idrosonica per lo stesso locale
    probabilmente mi troverei a dover pagare 1500 euro o pi al bimestre. Anzi forse dovrei
    fare addirittura un contratto trifase, con relativi costi e prezzi maggiorati.

  4. Ing. Marco Colla scrive:

    Per trasformare energia elettrica integralmente in calore basta una semplice resistenza, non è niente di eccezionale o di insolito. Sarebbe più interessante se avvenissero fenomeni nucleari e quindi il dispositivo fosse realmente overunity. Ma anche in questo caso se volessimo ottenere lavoro meccanico ci sarebbe un’ulteriore abbassamento dell’ energia per effetto del secondo principio della termodinamica per cui non si può integralmente trasformare calore in lavoro.
    Se invece consideriamo il solo aspetto del riscaldamento, affinchè il dispositivo sia interessante dovrebbe essere molto overunity,
    – per l’acqua tiepida dovrebbe avere un rendimento del 300% altrimenti è molto meglio una pompa di calore (il condizionatore o il frigorifero per intendersi) che ha un COP di 3 perchè attinge calore dall’ ambiente;
    – a temperature più alte è meglio uno scaldabagno elettrico perchè è costruttivamente più semplice ed ha grossomodo lo stesso rendimento

    Saluti a tutti

  5. Altair scrive:

    Stò lavorando ad un tipo di generatore di acqua-calda.. Che in “teoria” dovrebbe servire anche per “riscaldamento” tramite uno scabiatore di calore(tecnologia,uso corrente delle attuali caldaie.) E’ la produzione di calore che avverrebbe tramite un semplice principio “fisico” il quale se applicato in modo corretto fornisce da 20 a 50 M/l.di cili al sec.Costo quasi zero!In quanto si tratta di trasf.dienergia.ebbene,non frega niente a nessuno!..Sono pofondamente deluso?…

    • Paolo scrive:

      “…Costo quasi zero!In quanto si tratta di trasf.dienergia.ebbene,non frega niente a nessuno!..Sono pofondamente deluso?…”
      Perchè dici questo? Hai esposto la tua idea da qualche parte? Dal Post sopra non ho capito molto, penso però che tutto quanto preveda un risparmio concreto debba essere valutato.
      Forza. Non disperare. Se sei convinto che sia una buona idea prosegui senza preoccuparti degli altri.
      Cmq mi hai un po’ incuriosito.

      Saluti.

    • Sergio scrive:

      Dimostra che rende più di una normale pompa di calore aria acqua e la mettiamo in produzione per riscaldare le case d’abitazione monofamigliari………

  6. A� The rectangular shape and the bolted studs, which accent the tank watches,
    came from the styling of the Army tanks, of that time. Even the
    most discerning eye would often be unable to
    tell the difference. Invicta Women’s Wildflower Quartz Round Stainless Steel Watch.

  7. Roxana scrive:

    La famosa p�ldora farmacia on line y los nuevos f�rmacos parecidos es realmente
    efectiva en el tratamiento de la angina dolor
    de pecho. For the iOS faithful this is a Verizon handset,
    call stability was excellent — in fact, you can buy online.
    We would have liked to see something like that, the color looks entirely different.
    Then again, it’s added around 200 new features to the OS and arcane functions of this software have been jettisoned or drastically changed, making for an experience that won’t try your patience.

  8. Deloise Ruleman scrive:

    Wow, amazing blog layout! How long have you been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your site is magnificent, let alone the content!. Thanks For Your article about la pompa idrosonica un dispositivo sconosciuto in Italia ma che in usa pare venga già utilizzato | NINOblog .

  9. I was suggested this web site by my cousin. I’m not sure whether this post is written by him as no one
    else know such detailed about my problem. You’re incredible!
    Thanks!

  10. Pino scrive:

    Taglio ai costi e all’inquinamento: si svela Tstar con sistema fisico Bernoulli, la caldaia del futuro a cavitazione controllata.

    Era attesa da decenni, era immaginata da sempre ,finalmente l’idea geniale è adesso un prodotto reale tutto italiano, efficente per garantire ottime prestazioni di consumo calore e risparmio !

    Tstar: Caratteristiche e Potenza POMPA DI CALORE IDROSONICA
    Per saperne di più http://www.caldaiatstar.com

  11. ile scrive:

    Caldaia Bernoulli anche questo sito ne parla http://www.bernoulli.it

  12. fracatz scrive:

    non ci sono messaggi chiari, ad esempio se ha un motore elettrico da 10 Kw sarà senz’altro grandissimo ed i circuiti elettrici degli appartamenti non hanno i fili così grandi per poterlo alimentare, occorre rifare l’impianto elettrico

  13. romeo scrive:

    dove posso trovare informazioni aggiornate su questa tecnologia della pompa idrosonica? voglio testare il sistema anche a livello industriale. grazie

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: