Perché io di sinistra sono contento della vittoria di Silvio Berlusconi

C’è poco da girarci in torno Berlusconi ha vinto, la maggioranza degli italiani ha deciso che deve governare per altri cinque anni.

La lega nord ha avuto un ottimo risultato circa l’otto per cento è un risultato preoccupante l’Italia ancora una  volta si dimostra per quello che è, fa vedere la sua faccia oscura.

La vittoria del centro destra (+ lega) è da attribuirsi a diversi fattori, uno fra tutti l’astensionismo di sinistra, il che è non è da condannare, non è semplice scegliere tra Berlusconi e la sua falsa copia Weltroni, tanto vale starsene a casa non è possibile continuare a scegliere il meno peggio, sopratutto chi si rispecchia in un centro sinistra, visto che il PD è tutto tranne che di sinistra.

Tuttavia c’è stato uno spostamento di voti dalla sinistra radicale al PD, questo è dovuto ad una serie di errori da parte della stessa, che nel tempo si è progressivamente allontanata dalla sua base elettorale, del resto una sinistra che vota per i rifinanziamenti delle missioni militari non ci fa una gran bella figura.

Nonostante gli errori della sinistra il motivo principale di questa perdita di voti è stata la paura fottuta del ritorno di Berlusconi, gente che si dichiarava di sinistra che per evitare il ritorno di Berlusconi votava Weltroni (si è visto il risultato) questo ha fatto si che la sinistra radicale non abbia ricevuto un numero sufficiente di voti tale da permettergli una rappresentanza parlamentare.

Chi ci ha rimesso di più in queste elezioni è stata la democrazia, perché non dimentichiamoci che c’è una fetta importante di società che va politicamente da sinistra a destra che non ha la minima rappresentanza in parlamento, c’è una fetta di società tagliata fuori.

Non sono d’accordo con quello che dici ma darei la vita perché tu possa esprimere le tue idee. Voltaire

Evidentemente non sono della stessa idea tanti elettori del partito Demo(fesso)Cratico, visto che una buona fetta di loro dopo la delusione iniziale si è rallegrata del risultato elettorale della sinistra, gente che godeva del fatto che una parte della società in cui vivono non era rappresentata in parlamento, che gioivano del fatto che dopo tanto tempo anche in Italia finalmente non ci sarebbero stati partiti comunisti al parlamento.

Bravi siete riusciti li dove neanche berlusconi era riuscito, eliminare la sinistra italiana una volte per tutte, inconsapevoli quinta colonna Weltrusconiana, siete riusciti a polarizzare il voto, siete riusciti ad eliminare il concetto di destra e di sinistra riducendoli ad una denominazione elettorale, avete dato il vostro contributo alla formazione di un bipartitismo politico, due partiti con differenze irrilevanti che fanno finta di scontrarsi in campagna elettorale per poi stringersi la mano ad elezioni concluse.

Tranquilli cari PDini giustificherete anche questa.

Tutto questo mentre in mezza Europa governano forze socialiste, in Italia i partiti comunisti e socialisti vengono politicamente uccisi dai loro stessi elettori.

Questo paese in putrefazione si merita di essere governato da Berlusconi, la nostra società si merita di essere governata da Silvio, anche se a dir la verità non penso che le cose sarebbero andate tanto meglio con la vittoria di Walter.

Quindi signor Silvio, signor Walter date il meglio(o il peggio) di voi stessi, gli italiani hanno deciso, a me non resta altro che sedermi per terra e aspettare che gli altri cadano, sono stufo di lottare nel mio piccolo per una società che si merita tutti i problemi che ha, spero che il berl(weltr)usconismo dia il colpo di mazza a questo paese.

P.S una piccola anticipazione per tutti quelli che gioiscono alla vittoria del cavaliere pensando ad una diminuzione delle tasse, tanto per rinfrescare la memoria corta degli italiani

9 risposte a Perché io di sinistra sono contento della vittoria di Silvio Berlusconi

  1. STEFANO scrive:

    ANCHE QUESTA VOLTA CI SIAMO FATTI INFINOCCHIARE DA BERLUSCONI , COMPLIMENTI A TUTTI QUELLI CHE LO HANNO VOTATO , AVETE FATTO UNA GRANDISSIMA CAZZ…TA , GIA I SIGNORI DELLA DESTRA HANNO DETTO CHE NON VOGLIONO CAMBIARE LA LEGGE BIAGI , PERCHE’ DICONO CHE è MEGLIO IL PRECARIATO CHE IL LAVORO IN NERO , SONO PADRI ANCHE LORO SOLO CHE I LORO FIGLI SONO GIA’ RACCOMANDATI , CHE SCHIFO SPERO CON TUTTO IL CUORE ,CHE L’OPPOSIZIONE FACCIA CADERE LA DESTRA AL GOVERNO ,PERCHE’ GIA’ SIAMO CON L’ITALIA A TERRA , FRA 5 ANNI DOVE ANDREMO , E QUESTO A TUTTI QUELLI CHE L’ HANNO VOTATO COME è SUCCESSO CON PRODI MENO DI 2 ANNI E VIA , ALMENO RIUSCIAMO A RIPARARE I DANNI . SALUTI STEFANO DI ANCONA

  2. nino84 scrive:

    @stefano

    non aspettarti chi sa quale opposizione silvio e walter si stanno già mettendo d’accordo

  3. Vortexmind scrive:

    Bertinotti e gli altri arruffapopolo hanno avuto quello che si meritavano.

  4. nino84 scrive:

    @vortex

    indubbiamente, l’ho anche scritto nel post, la sinistra ha commesso tanti errori, tuttavia ora è stata messa la parola fine alla sinistra italiana, e non per il motivo che dici tu sarebbe stato lecito e giusto, ma uccidere un area politica solo per andare contro a berlusconi mi sembra troppo

  5. Vortexmind scrive:

    Non è morto niente, è solo quello che succede a presentare Bertinotti nel DUEMILAOTTO. Basta cogliere il segnale.

    Anche i Romani erano “finiti” a Canne🙂

  6. nino84 scrive:

    @vortex

    hahahaha😀

    ma vedi che a me di bertinotti non frega nulla son contento che sia stato fatto fuori io vedo però che la gente si è spostata, e per questo che dico che son contento che c’è silvio in modo da toccare il fondo nei prosimi 5 anni e di risvegliare un po movimenti e la gente in generale almeno spero ma non sono così fiducioso🙂

  7. Giovanni scrive:

    La tua analisi si non tiene conto di due fatti:
    1) i partiti di sinistra italiani sono stati fino ad ora ancorati alle vecchie ideologie di stampo filosovietico seppure l’Urss no esiste più da quasi 20 anni.
    2) Bertinotti à fatto cadere il primo governo perchè non ottenne le 35 ore (rivelatesi poi assolutamente uno strumento inutile per combattere la disoccupazione) ed alle elezioni 2006 fece una campagna elettorale a dir poco assurda e controproducente. Berlusconi prometteva l’eliminazione dell’ici, la sinistra prometteva le tasse per le rendite…

    Io credo che una sinistra moderna dovrebbe ripartire dal marxismo ed in particolare dall’analisi marxista dell’economia e delle dinamiche sociali e poi costruire delle istanze che vadano a ricostruire un’identità di classe e battaglie civili condivise.
    In questi anni i cespugli di sinistra hanno dato uno spettacolo indegno, ed i sindacati hanno contribuito ulteriormente ad offuscare la credibilità di tutta questa classe politica.

    Io vorrei un partito di sinistra e credo che il PD sia e debba continuare ad essere un partito di centro riformista, ma coalizzato con un importante e serio partito di sinistra capace di stare al governo, portando proposte e idee sensate e che la smetta con i ricatti infantili “se non giochiamo come dico io me ne vado”.
    In democrazia se le tue belle idee son condivise da quattro gatti non contano nulla e quindi sono cassate, punto, cerchiamo di andare avanti nell’interesse comune e lasciamo da parte le bandierine, per poter dire quanto sono stato bravo a rompere i coglioni.
    I Turigliatto e Ferrando hanno veramente smarronato tutti, sono ancora li a chiedere la scala mobile, santo dio roba che neanche Togliatti rifarebbe.

  8. Giovanni scrive:

    scusate la “à” non so come mi è venuta🙂

  9. nino84 scrive:

    @giovanni

    c’è una cosa però dove sono finiti gli elettori della sinistra ?

    hanno preso tre strade

    1) tanti hanno votato il pd per il pericolo berlusconi (molti dicevano se fossimo in condizioni normali voterei per sa ma siccome c’è berlusconi mi turo il naso e voto veltroni)

    2)molti gli astenuti per il fatto che la sinistra negli ultimi anni ha fatto di tutto per far incavolare il suo elettorato a cominciare dal rifinanziamento delle missioni militari, l’elettorato chiede coerenza prima di tutto.

    3) molti come il sottoscritto hanno deciso di non votare ancora una volta un partito che di radicale ormai aveva l’incoerenza che l’ha contraddistinto negli ultimi anni, e quindi molti hanno spostato il loro voto a partiti minori ma più coerenti come sinistra critica

    come vedi io non penso che l’elettorato di riferimento, si sia allontanato non per le idee del partito, ma per la mancanza di coerenza (e quindi di rispetto verso il suo elettorato)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: