Arrakis: tributo ai luoghi e alle vittime del progresso industriale italiano

Silvestro Capelli è un umo come tanti, un ex dipendente di un importante stabilimento industriale, ma basta sentire la sua voce per capire che la sua vita di normale ha ben poco, a quest’uomo hanno rubato la voce, adesso parla con la voce tipica di chi è stato sottoposto a laringectomia, non è stato uno sfortunato incidente, ma una lunga esposizione alle polveri di amianto per tutto il periodo in cui lavorò per la breda fucine, e come lui tanti altri, altri ancora invece, non sono più in vita per poter raccontare la loro storia.

arrakis è un documentario, è un tributo ai luoghi e alle vittime del progresso industriale italiano, in questa pagina è possibile vedere tutti i blog che hanno aderito all’iniziativa, per vedere il documentario basta cliccare su uno di essi, oppure direttamente su youtube.

cito dal documentario

Tutti sapevano e nessuno ha parlato. Lo sapevano i sindacati. Lo sapeva la direzione dell’azienda. Lo sapeva l’assessorato alla sanità. Lo sapevano tutti, e non gli operai che c’erano dentro. E così ci hanno condannato a morte, a menomazioni, ma non solamente noi che lavoravamo all’interno della fabbrica. Perché le fabbriche non sono state costruite sotto una campana di vetro…

Il lavoro è lo strumento che ci permette di sopravvivere, di migliorare noi stessi e la società, ci permette di far parte di questa società, ma nel momento in cui diventa una malattia, nel momento in cui si comincia a morire di lavoro, si va a menomare la forza motrice di questo paese, che si sveglia ogni mattina per andare a lavorare con la preoccupazione di riuscire a tornare casa per poi ricominciare il giorno dopo.

Una risposta a Arrakis: tributo ai luoghi e alle vittime del progresso industriale italiano

  1. […] leggete le pagine del blog che l’ha proposta, ne parla dettagliatamente anche Nino sul suo blog. Per chi non ha avuto modo di vedere il documentario durante le ore di oscuramento […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: