Venerabile, stupida, Italia

Quando ad una delle menti criminali peggiori di questo paese, viene dedicato un programma televisivo penso che per questo paese sia ormai difficile tornare indietro.

Alcuni dei principali punti del piano di rinascita democratica tanto per rinfrescarci la memoria:

LA NASCITA DI DUE PARTITI PRINCIPALI; mi sembra che questo punto sia stato raggiunto, i più importanti partiti italiani ovvero il partito democratico e il popolo delle libertà, per altro due partiti con differenze irrilevanti.

IL CONTROLLO DEI MEDIA; anche questo mi sembra che sia stato raggiunto.

PROGETTO BICAMERALE

RIFORMA DELLA MAGISTRATURA; tema più che attuale che tende allo smantellamento della magistratura che sarebbe di intralcio per l’oligarchia dominante.

RIDUZIONE DEL NUMERO DEI PARLAMENTARI

ABOLIZIONE DELLE PROVINCE; tutto sommato su questo punto mi trovo d’accordo.

ABOLIZIONE DELLA VALIDITÀ LEGALE DEI TITOLI DI STUDIO

4 risposte a Venerabile, stupida, Italia

  1. lameduck scrive:

    E’ un problema di ignoranza storica. Quanti, secondo te, sanno cosa ha combinato Gelli nei decenni passati?

  2. nino84 scrive:

    probabilmente poche, immagino queste persone che ascoltano la storia d’Italia riveduta e corretta da una delle persone più controverse della storia italiana.

  3. lucyintheskywd scrive:

    Fermo restando il degrado di questo paese, che fà passare per un portato della democrazia il dare ampio margine di espressione a personaggi che fino a poco tempo fa scontavano la reclusione per reati gravissimi, vorrei fare una riflessione: cori di sdegno si sono levati da certi ambienti del mondo politico, e, come di prassi nel nostro Paese, è iniziata la stagione delle strumentalizzazioni. Come quelle di chi ha voluto vedere nelle parole dell’ex venerabile un diretto ed esplicito incoraggiamento all’attuale Premier a proseguire nell’attuazione del progetto di “riforma” un tempo teorizzato. Certo, se qualcuno aveva immaginato che, uscendo dal carcere, Gelli avrebbe intonato l’inno dell’”internazionale socialista”, non c’è da stupirsi che sia rimasto deluso. Ma, per la verità, non riesco a spiegarmi come mai parte della sinistra gridi allo scandalo per l’imminente debutto televisivo, quando, (come brillantemente fatto notare qui) in molti casi, tali voci di disapprovazione provengono proprio da coloro che, anni or sono, facevano la fila davanti alla sua porta e a quella di Henry Kissinger per essere ricevuti. A meno di non ritenere che, dietro ad un apparente sdegno, si celi, in realtà, la preoccupazione che, grazie al “megafono” televisivo, Gelli possa “pestare i piedi” a qualcuno, riesumando gli innumerevoli “scheletri“ che ancora oggi affollano l’armadio della prima Repubblica.

  4. nino84 scrive:

    @lucyintheskywd

    scusa se rispondo solo ora, il problema a mio avviso non è la strumentalizzazione, o il fatto stesso che licio gelli parli in tv, il problema nasce dal fatto che secondo me si cerca di riabilitare non tanto gelli ma il piano di rinascita democratica da lui concepito, oltre al fatto che come diceva poco più su lame che la magior parte delle persone non conosce minimamente gelli e in cosa era coinvolto.
    per quanto riguarda la sinistra figurati, quando vinse il overno prodi il venerabile disse:
    dobbiamo dare fiducia a “questa sinistra”, il che è tutto dire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: