Soltanto pena

8 aprile 2009

“Il Signore ha voluto in questa settimana santa che in qualche modo anche loro partecipassero al mistero della sua passione. Vogliamo vedere qualcosa di positivo, anche in questa tragedia. In fondo il Signore quando vuol farci partecipare delle sue sofferenze vuol farci anche partecipare della gloria della sua resurrezione”

padre Livio Fanzaga

Io veramente non so cosa rispondere alle ultime dichiarazioni di padre Livio Fanzaga in merito al terremoto in Abruzzo, di fronte a tanta distruzione, si dovrebbe avere la decenza di lasciare per se le proprie opinioni personali, e dare il proprio supporto alle persone che soffrono della perdita dei loro cari.

Diglielo a loro che tutto questo è stato il volere del tuo dio, diglielo in faccia che il tuo dio li ha voluto infliggere tanta sofferenza in modo che potessero partecipare al mistero della sua passione.

Diglielo in faccia dopo aver visto i loro occhi, e non dall’alto di un microfono che ti permette di lanciare le tue fatwe.

Tuttavia il sentimento che evochi non è rabbia, ma soltanto pena, una grande enorme e sconfinata pena.


Sorridi è solo un ateobus

14 gennaio 2009

Ha fatto un po di rumore la campagna promossa dallo UAAR, in merito all’ateobus, il messaggio è chiaramente ironico e non offensivo:

La cattiva notizia è che Dio non esiste. Quella buona è che non ne hai bisogno

E’ un messaggio ironico non ci vuole mica un miracolo per capirlo, tuttavia nella pseudo cattolica Italia il senso dell’umorismo è un concetto astratto.

humor

Non potevano non levarsi le critiche da parte di esponenti religiosi, politici, e perfino da parte del responsabile che cura la campagna pubblicitaria che mettendo le mani avanti dice

Abbiamo appreso quale fosse il messaggio destinato allo spazio pubblicitario dei due autobus dell’Amt di Genova leggendo i giornali oggi, anche perché la prenotazione degli spazi era stata appena fatta

Dicendo inoltre che la concessione degli spazzi pubblicitari non è scontata, di fatti il bozzetto della campagna deve superare i controlli, che in base al codice di auto disciplina pubblicitaria, non deve contenere messaggi offensivi in materia di religione.

La cosa simpatica è che la campagna è stata definita FOLCLORISTICA dai rappresentanti locali delle comunità islamiche ed ebraiche, prendo nota che finalmente si è trovato un fronte comune per far andare d’accordo le due religioni 🙂

Monsignor Marco Doldi definisce la campagna

un evidente caduta d stile… la questione su Dio è affrontata con la pubblicità, che non permette alcun confronto…

Evidentemente era meglio da vespa, e poi che confronto ci dovrebbe essere sull’esistenza di dio?

Come se non bastasse ci mancava il teatrino della politica, a dire il vero l’autobus ateo è l’ultimo dei loro pensieri, tuttavia il ruolo esige una indignazione e loro come tante belle marionette si indignano, evidentemente provocare l’indignazione a comando di queste persone inutili è semplicissimo basta una battuta, “una risata vi seppellirà” è proprio il caso di dirlo 😀

Si indigna la subrettina Gabriella Carlucci, che nella sua immeritata veste di vicepresidente della commissione infanzia, sproloquia:

“una provocazione offensiva” in particolare per i cattolici utenti del servizio di trasporto pubblico

“costretti a sopportare slogan e volgare ironia sui propri simboli religiosi” (  l’autobus?  😀  )

Non so se vi ricordate ma Gabriellina era quella che farneticava di stipendi dei parlamentari troppo bassi, e di operai fortunati e senza problemi, per non parlare della sua pretesa di conoscere la fisica quanistica meglio di un premio nobel.

Sconcertato e rattristato anche il povero Maurizzio Gasparri, mentre il presidente della regione veneto attacca il sindaco di genova citando De Andrè, bisognerà pagare un’altro autobus per pubblicizzare una volta scoperto il nesso tra la campagna pubbliicitaria ed il compianto Cantautore.

In definitiva tutta una sequele di gente che si strappa le vesti vaneggiando di blasfemità, gay pride, politici della lega nord che incitano a non pagare il biglietto, ( sti leghisti più che fessi son tirchi )

Ma in assoluto la replica migliore è quella dell’associazione Giovine Italia che darà il via ad una campagna pubblicitaria, con lo slogan

“Dio esiste ed è Gesù. Venite a incontrarlo con noi”

per la serie non nominare il nome di dio invano, scrivilo invece sulla fiancata di un autobus, chi sa se i rappresentanti ebraici ed islamici saranno d’accordo 😀


Standard superiori

21 giugno 2008

Probabilmente sietè gia a conoscenza della norma inserita nel dll intercettazioni che fa si che se viene intercettato un prete si deve riferire l’accaduto al vescovo se invece viene intercettato un vescovo si deve comunicare la cosa direttamente al papa.

Non tutti la pensano nello stesso modo e non mi riferisco certo a quell’obrobrio di falsa opposizione di uolter, mi riferisco ai valdesi che chiedono di essere esentati da quella che nella lettera inviata al sottosegretario alla presidenza del consiglio gianni letta, viene definita testualmente:

Lasciamo ai giuristi valutare se si tratti di una semplice “esplicitazione” di norme preesistenti o se, piuttosto, non costituisca una forzatura tesa a garantire un privilegio a una istituzione religiosa, la Chiesa cattolica, che verrebbe preventivamente e tempestivamente informata di eventuali indagini a carico di religiosi, sacerdoti, vescovi.

e poi continua:

A valdesi e metodisti, infatti, non interessa una norma che garantirebbe ad alcune confessioni religiose dei privilegi rispetto a qualsiasi altra associazione, ente, azienda. Il senso di questo diniego sta in due argomenti: uno civile e laico, l’altro propriamente teologico.
Non ci interessa un privilegio di questo tipo perché crediamo fermamente che Chiesa e Stato abbiano competenze diverse: e se non possiamo tollerare che lo Stato interferisca nella libera testimonianza della Chiesa o di qualsiasi altra comunità di fede, al tempo stesso non vediamo la ragione per la quale la Chiesa dovrebbe essere coinvolta nell’azione di un organo dello Stato quale la magistratura. Come cittadini italiani fatichiamo davvero a comprendere come e perché la giustizia italiana, ad esempio nel caso di reati sessuali nei confronti di minorenni, sarebbe meglio tutelata se si informassero le autorità religiose cattoliche dei procedimenti in corso. Non lo crediamo affatto e ci pare davvero anomalo che un provvedimento di questa natura sia stato inserito nel quadro di una norma sulle intercettazioni telefoniche.

che dire tutto un’altro standard, potete leggere la lettera nella sua interezza in questa pagina


follia clericale

18 dicembre 2007

Ultimamente le dichiarazioni delle gerarchie vaticane non che di semplici esponenti della chiesa e delle parrocchie toccano tetti mai raggiunti fino a d’ora, e il confine tra l’estremismo e il demenziale è sottilissimo, si va da le solite dichiarazioni contro i gay e le coppie di fatto fino ad arrivare a chiederne l’esclusione dalla vita pubblica nei casi peggiori.

Ormai la chiesa ha preso la via della radicalizzazione, ed è una cosa che parte dall’alto dalla camera di regia della cei, isolando quei pochi parroci di quartiere che non hanno intenzione di allinearsi, e di seguire la strada indicata da Papa Benedetto, Bagnasco e Ruini.

La chiesa ormai mi da l’impressione di un animale vecchio e stanco, che è stato messo con le spalle al muro dal tempo, e come tale quando messa alle strette reagisce ringhiando sempre più forte per dare l’impressione di avere il controllo della situazione, mentre la realtà è ben diversa.

E leggiamole allora alcune di queste dichiarazioni

RUINI: A ROMA NON SI PARLI DI COPPIE DI FATTO. fonte

Il cardinal Ruini arcivescovo di Roma, si appella ai cattolici che siedono in consiglio comunale di non appoggiare la proposta della creazione di un registro per le coppie civili.

In Lettonia invece, si spingono ben oltre

Il cardinale chiede ai politici di eliminare i gay dalla vita pubblica. fonte

Il cardinal Pujat ha chiesto ai partiti politici di fare una legge che vieti ai gay di ricoprire cari pubbliche, chiedendo agli stessi partiti di non mettere in lista omosessuali, tutto questo continua per difendere la nazione dalla invasione omosessuale nella vita pubblica, chiedendo inoltre di violare le leggi europee in merito alle discriminazioni sessuali.

Torniamo in Italia, questa volta a parlare è lo stesso Papa Benedetto XVI

Molte iniziative legislative lavorano contro la pace indebolendo la famiglia fondata sul matrimonio tra uomo e donna. fonte

E si abbiamo scoperto chi minaccia la pace nel mondo, l’imperialismo?, l’estremismo di qualsiasi colore? no, sono i gay!!! e sopratutto chi cerca di portare avanti proposte legislative che cercano di regolarizzare le unioni omosessuali, sono loro il pericolo l’elemento destabilizzante della società, l’anticristo in terra.

Sempre il Papa, questa volta c’è l’ha con l’onu

Le “divisioni del Papa” contro il relativismo dell’onu. fonte

Il relativismo morale domina l’onu… il Papa critica le organizzazioni internazionali denunciando che il relativismo morale domina l’onu, non tiene atto dell’etica fondata sul riconoscimento della legge morale naturale [?] alludendo circa a delle pressioni ideologiche.

e come non citare l’enciclica spe salvi

L’ateismo dell’era moderna ha provocato «le più grandi crudeltà e violazioni della giustizia»; il marxismo, in particolare, ha lasciato dietro di sè «una distruzione desolante». fonte

Qualcuno dovrebbe ricordare la storia delle crociate, roghi, inquisizioni, caccia alle streghe, ecc ecc

Quando ci si mettono però riescono a dare il meglio di se, l’ilarità [tragicomica] è assicurata.

La bussola d’oro: i cattolici americani contro la Kidman. fonte

Ci eravamo già passati con Harry Potter, Il codice da vinci, per non parlare di tantissimi titoli dell’animazione giapponese ma che fanno meno notizia, La bussola d’oro è l’ultimo i ordine di tempo.

Se fossi al posto dei produttori ringrazierei i cattolici, come al solito non hanno fatto altro che pubblicizzare gratis questo film , niente di nuovo sotto al sole.

In Italia invece dove la sudditanza alle sacre natiche clericali è maggiore, queste prese di posizione funzionano.

Don Marco contro la blasfemia pubblicitaria. fonte

Ne sa qualcosa Don Marco parroco di Menfi [AG] urtato dallo spot di una deprecabile bibita [immorale], decide di protestare alla sede italiana che produce la su detta bibita, e non solo lo ascoltano, ma gli danno anche ragione!!! e sospendono lo spot!!!

Sono tentato di fare una colletta per regalare a Don Marco un televisore dotato di telecomando….

E per finire in bellezza

compagni di classe dediti all’occulto? ecco come smascherarli in 5 mosse. fonte

Se vostro figlio veste sempre di nero ascolta musica metal dorme troppo o al contrario troppo poco, tenetevi forte potrebbe essere un satanista o peggio è gay!!!!

ecco l’elenco delle caratteristiche attenti ne bastano solo 5

1 Si veste spesso di nero

2 Indossa t-shirt di band o riferite al rock

3 Mette troppo rossetto, smalto o make up di colore nero

4 Indossa strani gioielli con strani simboli, come croci rovesciate, pentagrammi, pentacoli o altri simboli di Satana

5 Manifesta interesse verso tatuaggi o piercing

6 Ascolta musica goth, o altro tipo di musica antisociale (Marylin Manson in testa)

7 Fa amicizia con altra gente che si veste, si atteggia o parla in modo eccentrico

8 Si mostra disinteressato ad attività costruttive

9 Sembra molto interessato alla morte, ai vampiri, alla magia e all’occulto

10 Si droga

11 Beve alcolici

12 Ha istinti suicidi o è depresso

13 Ha atteggiamenti autolesionistici

14 Si lamenta di annoiarsi

15 Dorme troppo, o troppo poco

16 Sta troppo sveglio durante la notte

17 Odia il sole o ogni altro tipo di luce

18 Chiede troppa privacy

19 Passa molto tempo in solitudine

20 Chiede tempo per stare da solo e in silenzio (potrebbe parlare con gli spiriti malefici, attraverso la meditazione)

21 Insiste per poter passare del tempo da solo con i suoi amici, senza l’accompagnamento di un adulto

22 Non porta rispetto alle autorità, insegnanti, preti, anziani, ma anche altri

23 Si comporta male a scuola

24 Si comporta male a casa

25 Mangia troppo o troppo poco

26 Mangia cibi gotici

27 Beve sangue o manifesta interesse nel berlo

28 Guarda la televisione via cavo o altri programmi corrotti

29 Gioca a videogames che contengono violenza oppure videogiochi di ruolo

30 Usa troppo internet, e passa molto tempo sul pc

31 Fa simboli satanici, o muove la testa aventi e indietro quando ascolta la musica

32 Balla in modo sensuale e provocatorio

33 È omosessuale o bisessuale

34 Si interessa di religioni pericolose

35 Indossa spille o adesivi con su scritto “sono goth” o “sono così gothic”

36 Si definisce goth

se vostro figlio possiede 5 di queste caratteristiche, rassegnatevi l’unica soluzione è portarlo da un prete.

Comunque è giusto far vedere anche quando la chiesa compie qualcosa di buono, si tratta della chiesa cattolica romana di New york [non aspettatevi cose simili in italia]

USA: libro cattolico per mettere i bambini in guardia dai preti pedofili. fonte